18.9.06

il prodigo nel madeinchina

Aspetto sia un commento del buon Beppegrillo su Telecom e le dimissioni del tronchetto dell' infelicita' sia un appello di Prodi al rispetto dei diritti umani in Cina. Chissa' se a parte la schiera di imprenditori che firmeranno contratti miliardari, qualcuno del clan di Prodi dira' qualcosa di sinistra, a proposito dei lavoratori senza sindacati, dei bimbi capi reparto ecc... forse potrebbe dirgli, sempre con la consueta calma, qualcosa tipo:
cari amici musi gialli,
smettela di far fabbricare scarpe e palloni ai bambini piccoli (anche se gia' dotati di una testa enorme);
capisco che anche loro hanno il diritto di lavorare... ma dopo 17 ore... cazzo di buddha, dategli almeno un po' di droga!

Invece, seriamente, leggo che, a loro tempo, silvioB&gianfrancoF fecero finta di nulla, intascarono i loro contratti e via a casa, mentre il cattivo re george almeno due parole di condanna le disse. Anzi fece di piu', andando a messa in una chiesa cattolica... beh , almeno questo il buon Prodigo potrebbe farlo... anche se proprio un gesto di sinistra non e'...

A proposito dello sfruttamento di bambini nel lavoro delle fabbriche ecco China Blue, ha vinto un premio lo scorso anno qua al' IDFA (festival internazionale di documentari ad Amsterdam) e uno da Amnesty international. Chissa'se uscira' laggiu'... qua si, versione originale mandarina con sottotitoli dutch...checulo'stoBuddha

2 comments:

gas said...

"sfruttamento dei bambini in cina???"....ma non sei te quel masini che dice che quello e' tutto lavoro e devono solo essere contenti????

A'Dam said...

tu dicevi che la maggior parte dei lavoratori cinesi sono bambini sotto i dieci anni... vabbè ti perdono perchè sta cazzata lhai detta alle 2 del mattino a casa di nini con qualcosa tra le dita che annebbiava la luce del lampione e non solo...