29.6.07

Back to Bologna

e si rincontrano vecchi amici:
Ho ritrovato le unghie tagliate in un cassetto
mi dicevi che le avevo perdute
semilune di madreperla in marine notturne
schegge di falci appese alle pareti del fienile
come frammenti di metallo smerigliato
le ho ritrovate in un cassetto
non erano perdute
non erano cadute
la malattia non le aveva decapitate
erano solo scomparse
in un cassetto della mia stanza
come ogni altra cosa
che non si perde nella mia stanza
ma accetta di sparire
per un po' di tempo
per far spazio a cose nuove
e ingombranti
e poi riapparire invecchiate
quando le cose nuove
saranno sparite anch'esse.


Luca Giovanni Pappalardo, detto Il Pappa

ps: invece quelli con cui avevo l'appunta si sono imbriacati nel dopocena e chi li ha visti più...

3 comments:

david said...

come se ci fossero state delle possibilità che quelli con cui avevi l'appuntamento non si sarebbero imbriacati nel dopocena....

maso.c said...

ineluttabile destino. Ma tornerò presto. AO però bello vicolo bolognetti, tocca che ogni tanto ti sposti dal pratello

Pappa said...

Eh sì, caro Maso, veramente il caso è stato padrone dei nostri ultimi incontri... ti ricordi l'anno scorso al concerto di capossela? incredibile... spero di rivederti ancora ma magari per un tempo più lungo, per discutere, ricordare... grazie, infine per la poesia citata... a proposito. i vecchi amici si ritrovano come le unghie tagliate...